venerdì 16 maggio 2008

Lo Stretching nel Running.


Lo stretching è parte integrante della corsa come di qualsiasi sport. Il possedere una muscolatura il più possibile elastica aiuta nei movimenti della propria disciplina, rende il corpo più pronto agli sforzi od a sollecitazioni inattese, aiuta a prevenire in parte alcuni infortuni.Nel podismo, specie sulle lunghe distanze, la muscolatura più impegnata è quella delle gambe, non c'è dubbio, ma anche la schiena, le spalle, il collo, le braccia, sono sollecitate; non per niente la corsa si dice metta in movimento tutti i gruppi muscolari o quasi.Ed allora non può mancare questa pratica, spesso odiata dagli atleti, anche professionisti, perchè considerata non allenante ed una perdita di tempo: niente di più sbagliato.In inverno, dopo qualche minuto di corsa lenta per riscaldarci, lo stretching ci aiuta nel preparare i muscoli a lavorare con il freddo; molti corridori, come me, soffrono il freddo, quindi risulta scomodo fermarsi e far freddare il sudore prodotto sul corpo. La soluzione può essere, ove possibile, di rientrare al chiuso per effettuare 2- 3 cicli dei 4 gruppi principali, e poi riprendere con la seduta stabilita. O ancora effettuare lo stretching senza aver prima corso, in questo caso partendo molto molto cauti, poichè i muscoli sono "duri". A fine seduta il consiglio è di terminare in palestra, con calma, almeno 20', meglio 30', prendere lo stretching come momento di rilassamento pre doccia, perchè questo è, rilassarsi. Addirittura lo stretching dovrebbe impegnare lo stesso tempo dedicato alla corsa in una seduta, ma spesso ciò è impossibile. Così meglio farne poco ma buono.In estate i problemi non ci sono, fa caldo, il pre allenamento può essere saltato, il dopo no, quello è fisso.In generale sarebbe ideale fare una seduta di stretching a settimana, magari nel giorno di riposo, che ci impegni per una buona ora, anche di più, vedrete che giovamenti.I gruppi da allungare sono gli estensori, cioè il quadricipite, i flessori, cioè il femorale, gli adduttori ovvero l'interno coscia, ed i polpacci; se si vuole si possono aggiungere i glutei, per aiutare la mobilità delle anche, ed il classico uovo o candela rovesciata per scaricare la colonna.In ogni palestra è presente un opuscolo che spiega i movimenti base, che tutti di solito già conoscono; gli istruttori in caso contrario sapranno aiutarvi.Sulle modalità di svolgimento, tenete sempre a mente che non bisogna soffrire, cioè non si fa uno stretching migliore se si sente più dolore, anzi, quello è un segnale del nostro organismo che vuole tutelarci dall'esagerare.Ed allora, posizioni tranquille, graduali, di circa 30'' l'una, andando a tirare pian piano.

11 commenti:

Running e Pensieri ha detto...

Verissimo lo stretching è la medicina fodamentale per la corsa.
Molto spesso viene considerato una
perdita di tempo, ma è sbagliato.
Dovrebbe essere fatto 10 minuti
prima della corsa e 15 minuti dopo.
Previene molti infortuni, dando elasticità al nostro fisico. Ve lo
dice uno che è allergico a farlo
( lo stretching) che avete capito.
La colonna sonora del mio film
preferito??? Balla con Lupi.

Bellaaaa

Francarun ha detto...

La colonna sonora balla coi Lupi un l'ho trovata....uffa e mi garba anche a me.......!
Io lo stretching lo faccio tutti i giorni anche quando non corro,qualche tempo fa ho frequentato un corso di Yoga e da li ho capito quanto sia importante fare stretc....!!!!

Marco ha detto...

Ciao!
Intanto, per restare on topic, anch'io non adoro lo strectching per quanto so quanto serva...
Una cosa...: spesso ho letto che sarebbe preferibile farlo DOPO l'allenamento, mentre prima sarebbe il caso solo di riscaldarsi correndo piano... Voi che ne dite?

Andando off topic (;-)) mi presento: sono Marco da Trieste. Li' ci sono nato 37 anni fa e ci vivo con la mia famiglia (due figlie di 3 anni e 9 mesi).
La passione della corsa e' nata lo scorso anno anche grazie alla "comunione" di intenti tra me ed un mio amico/collega: un giorno quasi per scherzare lui mi fa "perche' non facciamo una maratona?" magari credendo di buttarla li' e basta.
Invece erano gia' anni che pensavo alla maratona e al fatto che provare a farne una sarebbe stata una cosa interessante.
Soprattutto per uno come me che ha sempre pensato che la corsa fosse noiosa e poco emozionante (ho sempre praticato sport "esplosivi" quali scherma, basket, sci), la proposta e' quindi sembrata intrigante da subito...
Cosi' ho cominciato e dvo dire che l'avere un obiettivo mi ha aiutato tantissimo all'inizio.
Col tempo, poi, ho decisamente imparato ad amare la corsa, gli allenamenti, le tabelle, i lunghi, ecc ecc...
La maratona che ho deciso di tentare era quella di Trieste dello scorso 4 maggio. Cosi' dopo 6 mesi di allenamenti ispirati ad una tabella di RW per fare la maratona in 4 ore l'ho fatta!!! Ed e' stata un'esperienza assolutamente FANTASTICA! Forse sono stato fin troppo cauto e ho finito in 4:07:43 essendo ancora in buono stato (no crampi, ho fatto le scale senza problemi, ecc ecc). Nondimeno ho goduto ogni singolo momento di questa esperienza tanto che gia' penso alla prossima maratona (Venezia in ottobre)!!!
E si' che si fisico sarei piu' uno scattista che un fondista...!!!! ma non mi interessa... ormai la maratona mi e' entrata nel cuore....

Se vi interessa guardate:
http://runzanger.blogspot.com

Ciao!
Marco

Francarun ha detto...

Grazie Marco del tuo intervento,parlare di cose che ci fanno bene in comune è bello non trovi?
Trieste...lo sai che non ci sono mai stata, e pensare che ho girato mezzomondo, ma verrò sicuramente, li da te il prossimo anno magari acorre la maratona...!!!
Anche secondo me la maratona è la corsa per eccellenza è la sfida con testesso, è la fatica più bella, anche la mia prima maratona l'ho chiusa in 4,07 come te, ma a Venezia, poi la seconda a New york sempre in 4,07, poi Pisa in 3,43, e dopo la Pistoia Abetone 50 km in 5h,40, dopo di chè l'anno scorso la Firenzemarathon in 3h,36, ho sempre migliorato perchè ho seguito i consigli di un granda atleta come Stefano Mestripieri, che tutt'ora mi allena, in marzo di quest'anno avrei dovuto correre la Maratona di Roma ma in infortunio durato un mese mi ha fermato, ora sto preparando la maratona di Jesolo il 7 giugno e poi quando torno dalle ferie a luglio comincerò a prepararmi per Berlino.
hai fatto un buon tempo per essere la prima maratona, se continui a prepararti seguendo delle tabelle o consigli veri dovresti migliorarti sicuro.
Ti ringrazio dinuovo per la tua presentazione, ti metterò nei miei link di amici.
Grazie Marco.

Marco ha detto...

Che grande progressione!!!! Spero di seguire le tue orme!!!! :-)
Se non sei mai stata a Trieste ti consiglio di venirci!!! Mare, colline, citta' comunque "storica", tanto altro ancora!
E poi da quest'anno il tracciato della maratona e' cambiato per diventare ancora piu' bello! Partenza da Gradisca d'Isonzo e seconda meta' della gara sulla Strada Costiera che porta a Trieste... uno spettacolo tra mare e roccia (strada ovviamente chiusa al traffico!). e poi arrivo in piazza Unita' d'Italia, il cuore della citta'...
Allora ci vediamo nel 2009? ;-)

Francarun ha detto...

Di sicuro Marco...vedi la corsa è anche un modo per visitare le nostre belle città quindi è lo sport più bello per un amatore...!!!

Marco Bucci ha detto...

Caspita se e' importante....
Ma la sua importanza la capisci quando cominciano a venire i problemi perche' non l'hai mai fatto oppure poco curato !!!!
Adesso non lo manco mai ed anzi
ne faccio a iosa, tanto male non ne fa se non ne abusi.
Nella figura mancano quelli per il tendine d'achille e per il tricipite della sura.... (sigh !!)
Nonche' quelli per il quadricipite e tendine rotuleo...
Sono fondamentali; pero' consiglierei a Luca di astenersi per il momento specifico dal farne, a meno di indicazione specifica di uno specialista...
Appro e poi posito Franca...
Che posa plastica in copertina !!
Pero' sembri o in discesa o all'arrivo....
C'ho azzeccato ?!?!
Che ho vinto ?!?!

Ciao un abbraccione

Francarun ha detto...

Hai visto che posa!!!!!
No sono sul percorso, andavo a tutto foo, era l'anno scorso quando andavo davvero bene, chissà se riuscirò a tornare come prima...
Lo stretching lo trovi qui sul mio blog un po più giù a destra, se clicchi sull'immagine ci sono tutti gli esercizi da fare...!!!
Un abbraccione a te Marco...!!!

Francarun ha detto...

Non hai vinto nulla.....!!!!! Sarà per la prossima foto....!!!!
Ciao Marcoooooo!!!!!

Marco Bucci ha detto...

..Naggia...!!
Pensavo un caffe' dal Valiani quanno arrivero' a Pistoia..!!
Vabbe' lo offriro' io !!!

Ciaoooooooo

Francarun ha detto...

Dal Valiani quando torni a Pistoia ci andiamo davvero e il caffè lo offro io........!!!!!
Ciao Marco...!!!