domenica 29 giugno 2008

Pistoia-San Marcello: cronaca di una corsa sudata, faticosa e esaltante


Gara faticosa, difficile, calda la Pistoia San Marcello.
Arrivo in Piazza Duomo a Pistoia intorn alle 6.40, ritiro veloce del pettorale e del pacco gara (buona organizzazione, con una piccola pecca che dirò in seguito).
Mi preparo, rinuncio al cappellino, dopo una prova nei giorni scorsi negativa (mi sentivo troppo riscaldare benchè fosse traspirante). Trovo e saluto Casper poco prima del via, scambio di auguri di buona corsa e alle 7.30 lo sparo.
Obiettivo terminare sotto le 2h 50' la 3o km.
Parto regolare e prudente al punto giusto, più che altro facendo attenzione a non inciampare. I primi 5 km li faccio in 25'20" (media di 5'04"). Poi inizia la salita che porta alle Piastre. Salita abbastanza dura, lunga 9km ma costante. Faccio attenzione a non andare in affanno nella respirazione. Vado su bene, guardando i piedi di chi mi precede. Le gambe stanno bene, fa caldo ma non lo soffro eccessivamente.
Scollino alle Piastre con il tempo di 1h 22'30". Ora inizia la discesa di circa 5km. Aumento un poco il ritmo, recupero qualche posizione. Ai 21km passo col tempo di
1h 57'. Inizia la seconda salita del percorso. Salita non lunga, circa 5 km, non dura, ma incostante. Faccio fatica a trovare il giusto ritmo. Al 25km le gambe cominciano a indurirsi un pò. Decido di camminare, specie i tratti più ripidi. A Gaviniana finalmente termina la salita: mi fermo un attimo a bere un bicchiere di acqua. Nella piazzetta rischio di sbagliare strada: non vedevo più nessuno davanti a me, e per poco non mi scontravo con due ragazze (credo fossero del Cai Pt) le quali mi indicano la retta via. La testa è un poco annebbiata, la stanchezza e il caldo si fan sentire. Iniziano gli ultimi 4 km: Discesa! Aumento il ritmo, ma accuso un pò di dolori di fegato. Rallento. Il dolore cala. Riesco comunque a correre a 5'00". Sono ben sotto la mia previsone: 2h 47' contro i pronosticati 2h 50'. Il dolore passa velocemente. Al km 28 grazie anche alla discesa, incremento il ritmo: mancano solo 2km !
Arrivo al km 30 in 2h 47', ma il traguardo non c'è! Mille pensieri. Mille vaffa...! Avevo spinto per finire al km 30, ho finito la benzina e mi è ritornato il dolore al fegato: i "cabasisi" girano a mille! Ma 'ndo sta sto cactus di traguardo! Una curva, un'altra curva. Poi il rettilineo finale. In lontananza la voce dello speaker e il brusio della gente.
E finalmente il gonfiabile, dopo 900 metri di autentica sofferenza: 2h 51'15" il mio crono, per 30,9km (ecco la critica che faccio: perchè non scrivere sui volantini che la gara è di 30,9km, invece di 30km?). Sono contento, stanco ma contento riuscendo a fare un tempo migliore di quello che mi sarei aspettato (cosa rara). Poi il ristoro. E a bere, bere, bere.E ancora bere.
Ritrovo Casper, scambiamo impressioni sulla corsa. Con un dubbio che entrambi avevamo e che dopo questa gara è svanito: fare la Pistoia - Abetone?
Col cactus che la faremo.

4 commenti:

marco secchioni ha detto...

bravo Francesco ed un bravo anche
a Casper, credo che lo sapessi
che non erano 30, io ho sempre
visto scritto 31 quando passavo
da San Marcello.....
comunque bravissimi,anche perchè
oggi era caldissimo....

Marco

Nikka ha detto...

Complimenti Francesco :D io "col cactus" che sarei arrivata a S.Marcello!!!! :O
BRAVO

C I A O ! :)

casper ha detto...

Francesco, iniziamo a pensare all'Abetone... andiamo con la mia o la tua di macchine!

francesco ha detto...

Ok Casper...organizziamo il gruppo Quelli che l'Abetone...lo faranno...in macchina.
E portiamo la birra, le cannucce, patatine e pure le sdraio che altrimenti a stare tutto il tempo in piedi ci si stanca troppo