martedì 24 giugno 2008

Il test Conconi



Ieri sera un pò per gioco un pò per curiosità ho provato a fare il Test Conconi.
Solo una prova, visto poi che il giorno prima avevo fatto una salitaccia di 12km e che quindi non ero nella condizione ideale per realizzarlo.
Son partito, dopo una ventina di minuti di riscaldamento, con una velocità di 10km/h, per poi aumentare la velocità di o,5 km/h ogni 200 metri.
La parte più complicata era riuscire a tenere il ritmo giusto, ma tant'è era solo una prova.
Graficamente ho poi portato i dati rilevati dal cardiofrequenzimetro (frequenza cardiaca e velocità).
Sebbene fosse soltanto una prova il risultato ottenuto è stato sorprendente, ma allo stesso tempo scontato: 14,2km/h lamia soglia anaerobica con frequenza di 167: guarda caso la stessa misura che ho ottenuto nella mia ora di corsa in pista (anche se ieri era notevolmente più caldo).
L'ho fatto correttamente il test oppure ho sbagliato qualcosa? (a parte come ho detto l'averlo fatto dopo una gara piuttosto dura)

6 commenti:

marco ha detto...

io ti propongo il metodo Secchioni
butta via il crono, corri come ti
piace correre, la soglia (o la sogliola) è quella di casa, metti
le scarpette tutti i giorni se ne
hai il tempo (e non guardare al tempo,pioggia/sole/vento)corri libero per i boschi, ascolta il tuo
fisico e dacci dentro fin quando ne hai voglia, se ti senti di tenere un passo da turista, fai il
turista che ogni tanto fà bene, i
testi lasciali scoperchiare al diavolo (noi siamo juventini).....
forza Francesco pensa a San Marcello Pistoiese....
In bocca al lupo, non bevete troppo
te e Casper eh..

Marco.

albertozan ha detto...

anch'io voglio farlo prima di iniziare la preparazione per la maratona di Ve...ti consiglierei di fare altre prove....il test andrebbe fatto senza quella faticaccia che hai fatto il giorno prima...poi c'è la variabile caldo...scommetto che hai una soglia migliore....ciao

casper ha detto...

Io abbraccio in pieno il metodo Secchioni. Io litigo anche col cronometro e tento di resistere dall'acquistare un cardio...
Correre a sensazione è molto appagante e bellissimo.
W IL METODO SECCHIONI!!!!!

francesco ha detto...

Ho fatto mio il metodo Secchioni da quando corro praticamente, anche la salitaccia che ho fatto domenica magari non era da farsi se avessi seguito una corretta preparazione per la san marcello...ma cchisenefrega ...il test Conconi mi incuriosiva, ne avevo sentito parlare, ho letto come funzionava e l'hoo voluto provare come curiosità più che altro.
Certo probabilmente a settembre lo voglio rifare im modo più accurato (e spero con meno caldo)
E' chiaro che continuerò poi a correre come ho sempre fatto, senza tabelle, o programmi

GIAN CARLO ha detto...

Secchioni o Conconi avete una sola colpa...siete Juventini :-((
Buffo è che se domani io faccio quel test al 99% mi esce lo stesso risultato, solo le frequenza unpo' + alte tipo 175...frequenze da Interista DOC

francesco ha detto...

Così tanto per essere precisini, pure io son juventino....
eheheh
sarà che a tifare inter uno c'ha frequenza più alta del normale, ma poi gli interisti mica sono normali ahahah
...quindi tutto torna