domenica 9 agosto 2009

matraia - una tranquilla località lucchese

"che sensazione di leggera follia, stà colorando l´anima mia"
è proprio con queste parole, bellissima canzone di Lucio Battisti, che voglio iniziare
il commento di una domenica trascorsa "di corsa", come tante altre, ma in un contesto paesaggistico
stupendo....ad un certo punto è stato come se il mio corpo si fosse smaterializzato,diventando tutt´uno con l´ambiente che mi circondava, non provavo fatica, il respiro era normale, le gambe si muovevano sempre più veloci, quasi non toccavano terra, volando...pietre, sabbia, ramoscelli e quant altro, anche vari ruscelletti, sentivo che passo dopo passo potevo andare sempre più veloce ed avrei voluto che quei km. non passassero mai...

con Fabrizio Stefania ed Elisabetta mi sono recato in questo luogo ameno "lacco ameno-località stupenda dell´isola d´Ischia", ma quì non eravamo in quel di Sorrento od Amalfi, ma poco passato Marlia, sulle pendici delle montagne lucchesi...
siamo arrivati tardino già per correre un "pisano", figuriamoci per una corsa del trofeo lucchese...
erano poco più delle otto ed abbiamo dovuto posteggiare molto lontano dal punto di partenza, così ci siamo fatti ben 2 km. con la borsa in spalla...giunti al campo sportivo, ritrovo - partenza e preso i cartellini già tanti altri podisti, tanti amici stavano terminando la loro fatica, quasi tutti sul percorso dei 10km.......cavolo ragazzi, ma le vostre mogli la mattina vi mandan via presto, o quando arriva l´amante??
ancora a buio!!!!
la partenza era in discesa, facile, lì ruzzolano anche i cocomeri(buona l´anguria bella fresca all´arrivo)
poi..si và ad iniziare...e via verso Matraia, appena dentro il paese i persorsi brevi 3 6 e 10 km. se ne vanno per altre strade----Stefania ed Elisabetta percorreranno quello di 10...
con Fabrizio ci accingiamo ad iniziare la salita del percorso dei 20 km. tutta asfaltata ed ombreggiata, ma
lunga diversi km. e molto impegnativa...
il mio compagno di viaggio stamani non carburava e preferisce venir sù di passo, io continuo col mio passetto leggero e costante, tanto che mi sembra di esser diventato un camoscio, tocco anche la testa per capire se le corna son già spuntate...sorpasso pochissimi podisti 4 o 5, poi si entra in strada sterrata e lì trovo il primo ristoro, dò un´occhiata per vedere se Fabrizio fosse vicino, ma niente da fare, allora proseguo per conto mio e da lì in poi è stato un bel correre davvero....
dopo buona metà gara abbiamo ritrovato l´asfalto, ma sempre in bosco, tra pini, castagni e quant altro, strada a favore, ottima discesa, come piace a me per alcuni km. poi...vai, sù a sinistra, ancora in bosco, ma di nuovo su ciottolato e strada bianca, la salita non era dura, ma i km. cominciavano a farsi sentire, l´anima si è di nuovo fusa al corpo che, materializzandosi ha iniziato a farmi provare un senso di stanchezza....che sarò umano anch´io??....ma di lì a poco ho sentito le voci di coloro che erano già arrivati, gente che schiamazzava al campo sportivo, auto che suonavano per andarsene da quella stradina stretta, mi son risvegliato e la corsa era finita....ottimo ristoro come sempre, anguria the, ma anche fette di pane con mortadella, salame e...buon vino naturalmente....
e questo è quanto, bella giornata, con ottimi amici ed anche un percorso meraviglioso

5 commenti:

bressdicorsa ha detto...

m'e' piaciuta l'ultima parte a base di pane ,mortadella e vin

Yervs ha detto...

Bella corsetta!!!!

Ale_1957 ha detto...

Bellissime le colline lucchesi...attraversate da una gazzella con passo felpato.

Ciccò.rre ha detto...

ma non ho capito se sei tu che scrivi o qualcun'altro... perchè tutto il post è al maschile?

marco ha detto...

perchè sono io che scrivo...
Marco Secchioni, alias Figaro
o Pinocchio